Perché è buono per il giocatore?

Perché è buono per il giocatore?

In Germania, in termini di risultati individuali, ha ottenuto quasi tutto ciò che poteva. Pierre-Emerick Aubameyang – il migliore di sempre Scorer “Borussia” in Coppa Europa, il miglior marcatore della Bundesliga tra gli africani, capocannoniere la scorsa stagione, ha riconosciuto il miglior giocatore della Bundesliga, infine, a Dortmund, ha conseguito il titolo di miglior giocatore in Africa 2015 e ottiene costantemente tra i primi 3 giocatori dell’anno .

In mezzo a tutto questo, di titoli di squadra a 28 anni – solo due Super Bowl Germania e una vittoria in Coppa di Germania e la Lega francese. E parlare di ciò che non è ancora chiaro quanto egli avrebbe segnato in campionato al di sopra del livello che è diverso nello stile da reckless Bundesliga. Nella “Arsenal” Pierre-Emerick Aubameyang non ottiene una possibilità di esso, così la prossima stagione per dimostrare il proprio valore nella corsa al titolo, per dimostrare che lui è in grado di eseguire al livello superiore e di essere la prima squadra All-Star.

Inoltre, la sua transizione ha mostrato che i londinesi sono disposti a spendere soldi per rafforzare la composizione. Subito dopo, un nuovo accordo con il club ha firmato Mesut Ozil, aspetto molto felice nella squadra di Pierre-Emerick Aubameyang e un altro nuovo arrivato squadra Mkhitaryan con la quale hanno acceso a Dortmund. Almeno nel trio di attacco (con il sostegno di Lacazette) sembra sulla carta non è più debole rispetto a qualsiasi altro in Premier League.

Per tutte le motivazioni aggiuntivo per Pierre-Emerick Aubameyang e diventare quel “Arsenal” – un avversario di principio “Tottenham”, che il giocatore non è dei migliori ricordi. E ‘stato anche nel 2012, quando Pierre-Emerick Aubameyang era tutt’altro che lo stato attuale delle stelle del livello europeo, “Spurs” avuto colloqui sul suo passaggio, ma qualcosa è andato storto. “Se mai torneranno a prendermi, li rinnegherò. Ha visitato la posizione di “Tottenham”, ha esaminato lo stadio e il campo di allenamento. Abbiamo negoziato, ma poi nessuno mi ha richiamato. Non mi piaceva davvero come sono state fatte le cose “, il giocatore ricorda l’affare fallito.